Caccia : Armi

Le armi

Mentre nel caso della pesca (che altro non è che una caccia al pesce) non si parla di armi (tuttalpiù di ami), nella caccia propriamente detta questa parola è assolutamente azzeccata: per cacciare gli animali l'uomo ha impiegato le stesse armi (lancia, arco, freccia, pugnale, cerbottana, ecc.) che utilizzava per combattere i propri simili.

L'arma principe del cacciatore è il fucile.

Il fucile più diffuso, almeno in Italia, è la doppietta; così diffuso che i cacciatori vengono spesso indicati come "le doppiette". La "doppietta" è il fucile da caccia più amato dagli italiani, ma non solo.

La doppietta è adatta alla "caccia vagante", in quanto si punta facilmente e con rapidità: il fatto di essere più corta dei fucili automatici la rende più pratica e maneggevole

Questo fucile si chiama così per essere costituito da due canne affiancate (a strozzatura diversa), ciascuna delle quali è comandata da un grilletto.
Nelle doppiette più moderne il grilletto è unico.
La doppietta è adatta alla "caccia vagante", in quanto si punta facilmente e con rapidità: il fatto di essere più corta dei fucili automatici la rende più pratica e maneggevole. Inoltre, quando è aperta, è del tutto sicura, e permette di vedere subito se è carica o no.

Ma l' "arma" più importante del cacciatore è probabilmente un'altra: il cane.